Scrivi una recensione
Le valutazioni verranno attivate dopo la verifica.
Inserisci questi caratteri nel campo di testo sottostante.

I campi indicati con l'asterisco * sono obbligatori.
Cliccando su "Salva" autorizzo il trattamento dei dati personali secondo le modalità indicate nell'Informativa sulla privacy di SCOOTER CENTER GmbH.

 
 
L'articolo è stato aggiunto correttamente.

Vespa (Piaggio) Vespa 125 GTR (VNL2T)

Vespa (Piaggio) Vespa 125 GTR (VNL2T)

Descrizione


Vespa 125 GTR (VNL2T)
Nel 1969 la GT125 diventa la GTR 125, mantenendo lo stesso prefisso del telaio (VNL2T).All'interno del periodo di costruzione dei modelli GTR, un cambiamento tecnico avviene 'sotto il cofano', passando dai vecchi motori a 2 canali alla moderna tecnologia proveniente dai motori PX a 3 canali.Parallelamente ai modelli Sprint150, dove la stessa cauta modernizzazione ha avuto luogo pur mantenendo l'aspetto visivo esterno, la GTR125 è la versione per la classe 125cc.

OTTICA
Al posto del faro trapezoidale, sono stati montati i manubri con grande faro rotondo utilizzati anche sui veicoli di prossima uscita come il Rally, lo Sprint Veloce e la TS. Questo significa anche che la forma del tachimetro passa dalla forma a conchiglia al design un po' più piccolo dei modelli Rally e Primavera. Inoltre, il fanale posteriore è già stato cambiato al tipo più moderno dei modelli Rally200. Ora è completamente in plastica e ha una copertura in plastica sulla parte superiore, che è nera sui modelli GTR. Anche la scritta è cambiata. Nella parte posteriore, invece di una scritta in grafia stilizzata, viene utilizzata una cornice quadrata con lettere in stampatello (125 g.t.r.) come sui modelli Rally. Cambiano anche i colori del veicolo e il colore delle gomme delle coperture laterali. Altrimenti, tutto rimane visivamente lo stesso dei precedenti modelli GT.

TECNICA
La tecnologia del motore della GTR125 ha le sue radici nell'unità di potenza vecchio stile dei primi motori a telaio grande con controllo dell'aspirazione rotante, come presentato con l'introduzione dei modelli VNB.
Questo significa un cuscinetto "volante" dell'albero motore in due cuscinetti dell'albero motore di uguali dimensioni (questi non sono tenuti in posizione da anelli elastici ma solo dai paraoli nella cassa del motore). Il motore ha solo due canali di sovracorrente nel cilindro e nell'involucro del motore (da qui la denominazione generale di motore a 2 canali). Inoltre, le prime serie hanno ancora un cuscinetto della ruota in più parti sul lato del cambio. Inoltre, le prime generazioni di motori hanno ancora una croce di cambio con una barra e un bullone di cambio diviso. Il carburatore SI20/17 usato all'inizio è sostituito da un più potente SI20/20D (come nei successivi modelli PX125-150).

Il cambiamento più importante è il cambio del tipo di albero motore e il relativo cambio del cuscinetto dell'albero motore. Dal telaio n. 145901 in poi, fu usato un albero a gomiti, che fu usato anche nei successivi modelli PX. Allo stesso tempo, il cuscinetto sul lato dell'alternatore è stato cambiato dal grande cuscinetto a disegno 613912 a un cuscinetto ad aghi industriale standardizzato tipo NBI. Sul lato della frizione, il cuscinetto dell'albero motore non è stato cambiato, ma ora è stato fissato da un anello elastico e il paraolio ora si trova davanti al cuscinetto (visto dall'interno del carter). Il cuscinetto dell'albero motore lato frizione è quindi ora lubrificato dall'olio del cambio, non più dalla miscela a due tempi.
Un vantaggio importante di questo nuovo design era che l'albero a gomiti non poteva più muoversi quando la frizione veniva azionata. Il ceppo dell'albero motore era anche molto più robusto, in modo che era praticamente impossibile che il ceppo si rompesse a una maggiore potenza del motore. Questo era anche accompagnato da un cono più grande per la ruota del palo, che era ancora azionata da un'accensione a contatto. La stessa piastra di base per l'accensione fu poi usata nei modelli P125X (senza indicatori, Italia).

Questo cambiamento è stato anche accompagnato dalla modifica del tipo di frizione dei modelli PX. Fondamentalmente identico a quello dei modelli Sprint, l'altezza complessiva è stata cambiata qui.

Pietre miliari nella storia del motore dei modelli GTR 125

Dal numero di telaio 124014: Cambio della croce del cambio e del perno del cambio al vecchio tipo PX.

dal numero di telaio 138957 (veicoli con batteria): conversione dalla tecnologia a 2 canali a quella a 3 canali (cilindro e alloggiamento del motore)

Dal numero di telaio 145901: passaggio dalla molla di pressione del pignone di avviamento alla molla a spirale (precedentemente molla a balestra)

dal numero di telaio 145901: passaggio al tipo di albero motore, cuscinetto dell'albero motore, paraoli, frizione dei modelli PX

dal numero di telaio 145901: conversione della ruota del palo, accensione

dal numero di telaio 151279: conversione del carburatore da SI20/17 a SI20/20 (i veicoli con batteria erano già convertiti dal numero di telaio 138957)

fino al numero di telaio 151592: fermo del cambio tipo Sprint

Numeri di telaio secondo l'anno di costruzione

1968: VNL2T 100001-100751
1969: VNL2T 100752-107340
1970: VNL2T 107341-112891
1971: VNL2T 112892-117898
1972: VNL2T 117899-124092
1973: VNL2T 124093-128068
1974: VNL2T 128069-135902
1975: VNL2T 135903-141381
1976: VNL2T 141382-145658
1977: VNL2T 145659-149641
1978: VNL2T 149642-151788

Original paint (MaxMeyer)

Body:
Chiaro Di Luna Metallizato
PIA108 (1.268.0108)
Chiaro Di Luna Met. 108
from 1971 on:
Rosso Corallo
PIA811 (1.298.5811)
Rosso Corallo 811
from 1972 on:
Blu
PIA230 (1.298.7230)
Blu 230
from 1973 on:
Azzurro Cina
PIA8/1 (1.298.7402)
Blu Cina 402
Grigio Polaris Metallizato
PIA200 (1.268.8200/8010M)
Grigio Polaris 200
Primer:
Grigio (Antiruggine)
PIA8012M (8012M)
Grigio 8012M
Mounting parts:
Alluminio
PIA983 (1.268.0983)
Alluminio
 
Veicolo (generale)
denominazione: Vespa 125 GTR (VNL2T)
anno di costruzione: 1968, 1969, 1970, 1971, 1972, 1973, 1974, 1975, 1976, 1977, 1978
numero telaio: VNL2T
numero esemplari prodotti: 51788
Veicolo dimensioni
lunghezza: 1770 mm
larghezza: 670 mm
altezza: 1070 mm
altezza dal suolo: 220 mm
interasse: 1200 mm
capacità serbatoio benzina: 7.7 l
di cui riserva (benzina): 1.4 l
peso (a vuoto): 95 kg
peso (in ordine di marcia): 101 kg
Veicolo ruote
pneumatico anteriore: 3.50 - 10
pneumatico posteriore: 3.50 - 10
cerchio ruota anteriore: 2.10 - 10
cerchio ruota posteriore: 2.10 - 10
Veicolo freni
tipo freno anteriore: freno a tamburo
azionamento freno anteriore: meccanico con cavo
Ø anteriore: 150 mm
tipo freno posteriore: freno a tamburo
azionamento freno posteriore: meccanico con cavo
Ø posteriore: 150 mm
Veicolo motore
cilindrata: 123.4 cm³
corsa: 57 mm
alesaggio: 52.5 mm
tipo di motore: 2 tempi
numero cilindri: 1
tipo di raffreddamento: ad aria
potenza (kW): 5.74 kW
potenza (CV): 7.8
giri/min (P max): 5000
rapporto di compressione: 1:7.8
preparazione miscela: carburatore
carburatore: Dell'Orto SI 20/20D
avviamento: leva avviamento
frizione: manuale
marca motore: Piaggio
velocità massima: 93 km/h
tipo motore: 2 tempi
normativa emissioni: nessuna
Veicolo motore - accensione
tipo di accensione: accensione a puntine
anticipo accensione: 21
distanza contatti: 0.4 mm
potenza (luce): 50 W
tensione: 6 V
candela: (NGK) B7HS
Veicolo motore - ingranaggi cambio
tipo cambio: manuale
numero marce: 4
rapportatura primaria - 1:: 3.045
rapportatura 1a marcia - 1:: 4.385
rapportatura 2a marcia - 1:: 3.059
rapportatura 3a marcia - 1:: 2.182
rapportatura 4a marcia - 1:: 1.556
rapportatura totale - 1:: 4.737
Fahrzeug Betriebsstoffe
carburante: Super (ROZ 95)
rapporto miscela: 1:50
olio ingranaggi: SAE30
quantità olio ingranaggi: 0.25 l
I clienti cercavano in alternativa
Vespa 125 GTR (VNL2T) Nel 1969 la GT125 diventa la GTR 125, mantenendo lo stesso prefisso del...Continua a leggere

Compatibile con i seguenti veicoli


Articoli visualizzati di recente